Perché il mio libro non vende? Diamo un’occhiata al libro “Vorresti essere me?”, di Arianna Ciancaleoni

(Tutti gli articoli precedenti di questa rubrica sono elencati QUI)

Oggi analizzeremo il libro di Arianna Ciancaleoni: “Vorresti essere me?”.

“Vorresti essere me?”: dati

Questa la cover:

Questa la quarta di copertina:

“Elettra non vede l’ora di cambiare vita e sa che accadrà il 21 giugno, quando compirà 28 anni. Il suo contratto scadrà e sarà libera di andarsene da un ufficio che odia, senza neanche salutare. Ma quando arriva Luca, il collega chiamato a sostituirla, dovrà rimettere tutto in discussione: cambierà il piano che aveva in mente o procederà dritta per la sua strada?”

Queste le categorie in cui è inserito:

Narrativa femminile contemporanea, romanzi rosa.

Questo il link:

Perché questo romanzo non vende? Analizziamolo

Anche a questo giro ci troviamo davanti a un romanzo inserito nella categoria romanzi rosa di Amazon. Ma anche in quella di narrativa contemporanea femminile. Le due cose a parer mio si escludono a vicenda. O un romanzo è di narrativa contemporanea femminile, detta anche womens’ fiction, e quindi è incentrato sì sulle emozioni, ma anche e soprattutto sull’introspezione e l’evoluzione della protagonista femminile o è una storia d’amore con tutti i cliché previsti dal romance.

Con questa premessa, passiamo all’analisi di cover e quarta di copertina.

La cover

La cover, in effetti, non ispira troppo romance e sembra rivolgersi più a un pubblico di lettori interessato a romanzi di women’s fiction. Non segue, insomma, gli  standard delle copertine di romanzi rosa.

Un altro aspetto che salta all’occhio è che abbiamo un’immagine seria con un titolo che sembra invece voler essere simpatico, leggero, una domanda: “Vorresti essere me?” Onestamente la mia risposta, dopo aver guardato il volto della ragazza sulla cover, è “No, grazie.” Non sembra per niente felice, perché dovrei voler essere al suo posto? Questa cosa mi indispone. E se mi indispone, non ho più voglia di comprare il libro.

Questo contrasto fra cover e titolo mi stona molto, perché non riesco a farmi subito un’idea di cosa aspettarmi dalla storia all’interno del romanzo.

Che tipo di libro ho davanti? Qualcosa di leggero o di impegnativo? Una storia d’amore o la storia di una donna e di come cambia durante l’evoluzione degli eventi?

La quarta di copertina

L’autrice non si sbilancia troppo nemmeno nella quarta di copertina, anche se sembra più di stampo romance. Infatti, seppure brevissima, la quarta è divisa in due parti: la prima dedicata all’introduzione del personaggio femminile e la seconda in cui ci viene presentato un personaggio maschile che metterà in discussione le scelte della protagonista. Così com’è scritta fa pensare a un romanzo rosa, un romance.

Ma sono davvero davanti a un romance? È un womens’ fiction?

In particolare, se dovesse trattarsi di un romanzo rosa, amplierei nella quarta la parte riguardante l’incontro fra i due protagonisti per creare curiosità nei lettori. Se invece si tratta di un womens’ fiction la riscriverei, ponendo l’accento sulla vita e i sentimenti di lei.

Consigli per l’autrice

Tre sono i consigli che vorrei dare all’autrice:

  1. suggerire di trovare un altro titolo è forse troppo. Ma sì, glielo consiglierei;
  2. riscrivere o sistemare la quarta in base al genere di romanzo davanti a cui ci troviamo (romance o women’s fiction?);
  3. Se si tratta di un romance, consiglierei di rivedere anche la cover.

La vostra opinione è richiesta

Siate sinceri ma mai offensivi. Usate toni garbati.

Cosa ne pensate di quanto detto in questa analisi? Avete qualcosa da aggiungere?

Comprereste questo libro? Perché sì? Perché no?

Dite la vostra, anche per questa settimana io ho detto la mia e spero di essere stata utile ad Arianna.

Mercoledì prossimo daremo un’occhiata al libro di Viviana Albanese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.