Blog autore | Prima di iniziare: il tempo da investire

Ciao! Vogliamo continuare il nostro discorso?

Bene, nei primi due articoli abbiamo parlato di obiettivi, target e contenuti. Prima di andare oltre, devi riflettere su una questione importante: quanto tempo potrai dedicare al tuo blog? Ne vale la pena?

Qui trovi elencati tutti gli articoli usciti finora a tema “Blog autore”

Il tempo da investire in un blog

Come autore/autrice, che tu abbia pubblicato in self o con una piccola/media casa editrice, molto probabilmente non vivi di scrittura. Questo significa che oltre a scrivere, hai un lavoro o ti occupi di altro durante il giorno. Insomma, per essere chiari: la scrittura non ti dà da mangiare.

Fra lavoro, famiglia, impegni vari e un minimo di vita sociale (sarebbe bello!), il tempo da dedicare alla scrittura e alla promozione dei tuoi libri è già molto ristretto.

Prima di aprire un blog, quindi, devi chiederti: quanto tempo potrò dedicarci? Ne vale la pena?

Quanto tempo dedicare a un blog?

Non esiste una vera risposta. Ognuno dedica al proprio blog il tempo che può. È chiaro, però, che se hai intenzione di aggiornarlo solo una volta ogni tre mesi, forse non servirà a nulla.

Per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato/a, hai bisogno di tempo, inutile girarci intorno. Ma quanto, di preciso?


Quanto tempo sei disposto/a a dedicare al tuo blog?


 

Partiamo al rovescio.

Non so quanto tempo hai a disposizione, ma se ti ritrovi anche solo con la metà dei miei impegni, allora ne hai poco, pochissimo.

Ti offro quindi direttamente un piano da ampliare. Insomma, partiamo dal minimo.

  •  Pubblicazione di due post a settimana: un articolo specifico su una tematica da te scelta (ricordi i contenuti?), e un post in cui lasci una citazione del tuoi libro o racconti un aneddoto che lo riguarda.
  • Se lavori in anticipo, dedicandoci qualche ora nel fine settimana e programmando i post, riuscirai a cavartela bene.

Quanti articoli riusciresti a pubblicare sul tuo blog a settimana? Te lo sei mai chiesto/a?



All’inizio avrai bisogno di più tempo prima di prenderci la mano. Se non sai come impostare un articolo su WordPress o su Blogger, per esempio, probabilmente ci metterai un po’ di più, ma con l’esercizio e la costanza, vedrai che tutto diventerà automatico e tu sarai più veloce. L’importante è sapere cosa scrivere. Se hai un’idea precisa, non perderai tempo a pensarci.

Quindi fatti sempre una scaletta, determina argomento, tipologia di post e giorno di pubblicazione. Ossia pianifica un calendario editoriale.

Più avanti ti mostrerò come impostare un articolo su WordPress e su Blogger e come è fatto un calendario editoriale. Tranquillo/a, non me ne scorderò!

Vale la pena curare un blog autore?

È la domanda che molti autori e autrici si pongono. Vale la pena? Non sarà solo una perdita di tempo?

La risposta è sì, ne vale la pena. Ma sempre e solo se si è pronti a investirci del tempo e, in parte, del denaro.

Il denaro serve per un piano di hosting che ti permetta di avere un blog libero dalle pubblicità di WordPress, per esempio, rendendo così più piacevole la navigazione dei tuoi lettori, ma anche per le inserzioni su google o suoi social. In fondo stiamo parlando di promozione e nella promozione bisogna pur sempre investire qualcosa.

Vale la pena anche perché avrai un posto in cui conservare tutti gli articoli che riguardano i tuoi libri, un luogo in cui i tuoi lettori si potranno incontrare.

Mi dirai: ma faccio tutte queste cose sui social!
Certo, ma un post sui social è destinato a morire in giornata (a volte entro pochi minuti, altre in poche ore). Uno su un blog può “restare in vita” fino a due anni. Lo sapevi?

In ogni caso, se non hai intenzione di investirci nemmeno un paio d’ore nel fine settimana, allora forse davvero un blog non fa per te.

Riflettici bene.

 

Piccola chicca: io oggi (1 maggio!), per esempio, ho scritto i primi tre articoli di questa rubrica. Ci ho impiegato meno di due ore.

La prossima volta ci dedicheremo a un argomento molto gettonato: le immagini e il copyright.

Se quello che hai letto ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.