Blog autore | 10 consigli per la SEO

Premessa: non sono un’esperta di SEO, i consigli che ti darò sono frutto dei miei studi da autodidatta. In particolar modo, mi rifaccio al manuale tedesco “SEO in 3 x 33 Minuten, 2019”, di Martin Kersting, un corso intensivo in Search Engine Optimization per autori, blogger, redattori, e altro. Per approfondire l’argomento, comunque, ci sono tantissimi manuali anche in italiano.

Cos’è la SEO?

SEO sta per Search Engine Optimization, ossia l’ottimizzazione di un sito web per apparire fra i risultati di un motore di ricerca. In poche parole? Quando cerchi qualcosa su Google, Google (che è un motore di ricerca) ti propone dei risultati. I più importanti appaiono sulla prima pagina e ricevono maggiore visibilità. La SEO è quella cosa che ti aiuta a ottenere un posto in prima pagina.

Qui trovi elencati tutti gli articoli usciti finora a tema “Blog autore”

Dieci consigli per la SEO

Consiglio #1

In fatto di SEO, spesso si dà fin troppa importanza alla homepage. Un motore di ricerca, invece, arriva sul tuo blog quasi sempre dalla porta sul retro, afferma Kersting. Di conseguenza è importantissimo che ogni singola pagina (scheda) del tuo blog, anche se secondaria, sia ottimizzata secondo una keyword (parola chiave) che la descriva o da più keyword collegate fra loro da senso logico.

Consiglio #2

Da qui il secondo consiglio. Quando si parla di parole chiave, non ci si riferisce solo a singole parole, ma anche a una sequenza logica, a volte perfino piuttosto lunga (longtail) che dovrebbe rappresentare le possibili varianti inserite da un utente nel motore di ricerca:

romanzo horror con vampiri e licantropi formato ebook,  migliori manuali di scrittura per principianti

Consiglio #3

Inserisci le keyword nel testo. Quando scrivi un articolo e lo vuoi ottimizzare per la SEO, ricordati di integrare il termine di ricerca anche nel testo stesso.

Dove?

  • almeno una volta nell’ intestazione(H1) e/o nell’intestazione secondaria (H2, H3, H4, ecc.);
  • all’inizio dell’articolo e in fondo allo stesso articolo;
  • nel testo stesso dovrebbe avere un’intensità di circa 3-5%, ossia ogni 100 parole deve apparire 3-5 volte. Non bisogna però esagerare, altrimenti Google valuterà la pagina in negativo.

Importante è che la parola chiave appaia nel testo in un collegamento semantico, quindi in frasi che abbiano un senso, un significato. Questo perché la ricerca su Google si sta spostando sempre più verso una ricerca semantica piuttosto che della singola parola.

Crash Kurs SEO für Autoren, Martin Kersting

Consiglio #4

L’ottimizzazione SEO va di pari passo con quella dei contenuti di un sito web. Per ottenere risultati migliori, bisogna pubblicare contenuti di qualità, pensati non per i motori di ricerca ma per le persone che dovrebbero leggerli. Kersting suggerisce inoltre di comporre testi di almeno 720 parole, 1800 parole sarebbero ottimali per essere considerati da Google come articoli importanti.

Consiglio #5

Link, link, link! I link interni al sito sono fondamentali. Devono essere link “parlanti”, ossia che facciano capire subito a quale articolo e a quale argomento conducono.

Ecco un esempio pratico:

NO: “Come letto nell’articolo scorso

:  “Nell’articolo in cui abbiamo parlato dei contenuti per il blog autore

Consiglio #6

Se acquisti un nuovo dominio per il tuo blog, fai in modo di inserire la keyword già nel nome del dominio stesso. Kersting conferma che questa pratica è ancora oggi molto vantaggiosa.

Consiglio #7

Imposta il tuo sito affinché sia “responsive” anche dai dispositivi mobili. Un sito che non si carica e non si visualizza bene su questi ultimi non ha molta probabilità di essere bene indicizzato.

Consiglio #8

Ottimizza anche le immagini, i video e gli altri media che carichi sul tuo sito. Per quanto riguarda le immagini, ricorda sempre di inserire le keywords nel “Titolo” (Attribute Title) e nell’ “Alt-Text” (Tag ALT).

Consiglio #9

Se hai appena comprato un dominio, devi avere pazienza, soprattutto all’inizio. Potrebbero passare settimane prima che l’ottimizzazione sia visibile nel ranking di Google.

Consiglio  #10

Ottimizza il tempo di caricamento del tuo blog o sito web. Questo è un fattore molto importante per il ranking su Google. Perciò fai in modo di ridimensionare le immagini e affidati a un buon hosting provider con un server che non sia lento. Il massimo del tempo che dovrebbe impiegare una pagina per caricarsi è di 4 secondi.

Qui puoi calcolare quanto tempo ci mette a caricare il tuo blog: developers.google.com/speed/pagespeed/insights


Se stai leggendo qui e sei un esperto/un’esperta di SEO – un/a professionista, per intenderci – e hai voglia di darci qualche altra dritta attraverso un guest post qui da me, non potrà che farmi piacere!


Alla prossima!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.